L’olivo simbolo di civiltà e pace 1

La coltivazione dell’Olivo nasce nel 4.000 a.c. in Siria furono poi i Fenici a portarla fino a noi in tutto il Mediterraneo. Mentre gli Etruschi e poi i Romani incrementarono l’olivicoltura nelle nostre zone. I Romani furono anche i primi a fare una classificazione delle varie cultivar e una classificazione dell’olio: il migliore ottenuto dall’oliva verde e il peggiore quello di sansa che veniva dato agli schiavi.
La coltivazione dell’olivo ha subito alti e bassi nel corso dei secoli, ma è da sempre simbolo di civiltà essendo necessaria buona competenza e conoscenza botanica, nonché tempo e devozione.

L’olivo simbolo di civiltà e pace 2

Le antiche civiltà attribuivano a leggende e miti la nascita della pianta dell’olivo, ad esempio in Grecia, la nascita del primo olivo è affidata alla leggenda mitologica della gara fra Athena e Poseidone sul possesso della Grecia antica che aveva come giudice Zeus, padre di Athena. La gara sarebbe stata vinta da chi fra i due contendenti avrebbe creato la cosa più utile: Poseidone creò il cavallo, simbolo della guerra e Athena creò la pianta dell’olivo il cui frutto era ed è di fondamentale importanza, quindi simbolo di pace. La gara fu vinta da Athena.